Aforisma

Lo champagne è il vino più rinfrescante che si conosca e alcune sue tipologie possono ben definirsi alla maniera francese ” vins de soif “ ….. da sete; infatti la trama di acidità che li sostiene e la vena minerale che il sottosuolo gessoso trasmette loro, preservano la freschezza, la fragranza e la pienezza degli aromi.

Champagne Eric Rodez Des Crayères Brut Grand Cru 55% Pinot Nero 45% Chardonnay

Champagne Grand Cru di Ambonnay, risultato dell’unione perfetta del Pinot Noir e dello Chardonnay fine ed elegante. La Cuvée Crayères è elaborata in media con una dozzina di vini da 4 o 5 raccolti differenti e da 20 al 25 percento di vini vinificati in piccoli barili di rovere. Il colore è oro chiaro con piccoli riflessi dorati, minerale e floreale al naso. La bocca è generosa e fresca, accompagnata da note di piccoli frutti rossi, il finale è lungo con un leggero tocco di vaniglia.

Ideale sia per l’aperitivo che per la cena, esalterà un prosciutto dolce o un branzino al sale. Da provare anche con le tartine al formaggio.

Picard Jacques Brut 60% Chardonnay 35% Meunier 5% Pinot Nero

Jacques Picard è una maison familiare che possiede 17 ettari di vigneti a Berru, Montbré e Avenay-Val-d’Or; il vigneto è molto variegato il che dà la possibilità di avere vini fini ed espressivi.

Questo Sélection si presenta di un bel colore giallo dorato, bollicine fini ed effervescenza persistente vanno a formare una corona sottile. Al naso si avvertono aromi floreali fini ed eleganti in evoluzione verso il fruttato, la bocca è fresca e fine.

Jean Lallement  Tradition Brut Grand Cru 80% Pinot Nero 20% Chardonnay

Jean Lallement è un ottimo produttore della Montagne de Reims; I suoi 4,5 ettari sono suddivisi in 20 parcelle nei Grand Cru di Verzenay (80%) e Verzy (20%), metà delle quali di età superiore ai 30 anni. E’ proprio da queste ultime che arriva l’uva contenuta in questa splendida cuvée Tradition: champagne vinoso e pieno.