1996


Descrizione

Eccolo, il "mostro". Una delle annate più fuoriscala nella storia della Champagne moderna, 35° di giorno e giù di notte, 10 di acidità, sostanza a mille. E anche qui, a dieci annetti dalla sboccatura, non ci sono che conferme ed esclamativi. Doratura leggera nel calice, naso pasticcere, ma l'acidità di cui sopra – croccante, acciaiosa, nitida – a fare da spina dorsale lunga, poi il mix di canditi, miele, mou, zenzero del sapore, più la densità palpabile finale a fare il resto. Dove arriverà? Quando? Forse mai alla perfezione, ma tenendoci sulla corda sempre.

I suoi champagnes