Archivio tag: Chardonnay

GUIDE HACHETTE DES VINS 2018

Arrivano i primi risultati dei nostri piccoli Vigneron riportati sulla guida Hachette 2018.

Bourgeois-Boulonnais quest’anno è presente nella guida Hachette des Vins con ben 2 cuvées: il blanc de Blancs e il millesiamto 2008 che ha vinto anche una stella.

“Champagne BOURGEOIS-BOULONNAIS premier cru:

Fondata a Vertus, nella parte meridionale della Côte des Blancs, la famiglia Bourgeois ha un vigneto di 5,6 ettari situato solo in questa grande città classificata al 1 ° cru. Lo chardonnay è logicamente molto presente nelle sue cuvées. (RM)

– Brut Blanc de Blancs, Millesimato 2008 

Un’espressione interessante per questo blanc de blancs millesimato: frutta esotica, liquirizia, mandorla e pane tostato. Il burro entra in gioco in una bocca potente e rotonda con un piacevole finale tostato. Una leggera acidità regala un piacevole equilibrio all’insieme.

Consiglio per la degustazione: ravioli all’astice.

 

Conosciamo Franck Bonville

Nel cuore della  Côte des  Blancs, lungo la strada che collega Cramant a Oger, troviamo Avize uno dei Grand Cru dove lo chardonnay dà il meglio di sé. Qui ha la sede la maison  Bonville, che possiede 18 ettari (tutti classificati Grand Cru) suddivisi tra Avize, Cramant e a Oger, insomma nei Cru dove lo chardonnay trova la sua espressione migliore e più elegante. Incontriamo Olivier, nipote di Franck, un simpatico moderno vigneron che è a capo dell’azienda da una decina di anni; grazie ad una viticoltura rispettosa dell’ambiente, una vinificazione accurata e un lungo affinamento di ogni cuvée  è riuscito a interpretare in chiave attuale lo stile della maison che rimane ben riconoscibile e costante. Mr Bonville produce esclusivamente champagne blanc de Blancs declinati in diverse cuvée, tutte vinificate in acciaio tranne Belles Voyes (uno stupendo lieux dits) che fa un passaggio in barrique. Grande eleganza e stile in questi blanc de Blancs  caratterizzati da grande ricchezza aromatica e una piacevole freschezza.

Bottiglie di sua produzione:

Blanc de Blancs Grand Cru 100% Chardonnay

Questo Blanc de Blancs è frutto di un assemblaggio di tre annate, improntato sul tono della morbidezza. Al naso sono evidenti note floreali, gioca sul registro classico dei sentori mandorlati, di pasticceria, di crosta di pane; il suo stile marcia sulla ricchezza aromatica (naso di burro e di brioche, bocca “grassa” e generosa).

 

 

Diario di un viaggio in Champagne ANCORA NELL’AUBE

GERBAIS

Diario di un viaggio in Champagne: ANCORA NELL’AUBE

 È così bella l’AUBE che desideriamo restare ancora un po’…Questa zona è davvero speciale, fiumi bellissimi, paesini incantevoli, un parco naturale e un patrimonio culturale degni di nota.

Eravamo a Courteron, ricordate? Ora imbocchiamo la D671, una bellissima strada circondata da vigneti e ci spostiamo di qualche chilometro verso Troyes, la capitale dell’Aube.  

Una sosta d’obbligo è a Celles sur Ource, dove troviamo la famiglia Gerbais, vignaioli da 4 generazioni: molto attenti all’ambiente e a produrre champagne che siano il più possibile lontani da prodotti chimici aderiscono, sin dal 1996, al metodo AMPELOS, garanzia di una viticultura integrata; insomma, grande rispetto per la natura in tutti i 17 ettari di vigneto.

La maison Gerbais, al cui vertice ora c’è Pascal aiutato dal giovane Aurélien, vanta  una gamma davvero speciale per lo più caratterizzata da vinificazioni in purezza: 100% Chardonnay, 100% Pinot Nero ( Nature e Sans Soufre) e, tra i pochi nella Champagne, uno champagne 100% Pinot Bianco,l’Originale una vera rarità, comparabile a nessun’altra cuvée. Inoltre, tutti i loro champagne riposano sui lieviti almeno 24 mesi, il ché conferisce ampiezza di profumi e grande finezza.

Ricordatevi di questo indirizzo quando vorrete fare una vacanza da queste parti.

 

 

Finalmente in Champagne si vendemmia, grande momento!

vendanges

“Ahi settembre mi dirai quanti amori porterai le vendemmie che faro’, ahi settembre tornerò”

Vi ricordate la canzone di Alberto Fortis? sembra scritta per noi; si, le vacanze sono belle ma per il magico mondo dello champagne il rientro è bellissimo perché coincide con la vendemmia: momento fondamentale ed entusiasmante!

Quest’anno la data di inizio è l’8 settembre perché in Champagne non si può vendemmiare quando si vuole, no, bisogna aspettare il via da parte del C.I.V.C e, udite udite, per ogni villaggio c’è una data diversa e ancora…in alcuni villaggi la data di raccolta dello Chardonnay non coincide con quella del Pinot Nero. Come sempre qui niente è lasciato al caso.

La domanda ora è: che annata sarà il 2014?  se lo domandate a un vigneron, quasi sicuramente vi dirà: buona! ma ve lo dirà, o ve lo avrà detto, tutte le volte.

a noi non resta che aspettare pazienti qualche anno…nel frattempo godiamoci questa grande festa che coinvolge tutta la gente di Champagne

Bentornati!